Regolazione pressostato

Se avete un problema di idraulica questo è il posto giusto per cercare una soluzione

Moderatore: dalmos

Avatar utente
giovanni
Messaggi: 6249
Iscritto il: gio 30 ott 2008 12:03 am
Località: siena

Re: Regolazione pressostato

Messaggioda giovanni » lun 25 mag 2020 3:04 pm

Riguardo alla perdita: presumo che sia fatta in PE PN16 giusto? Se è così dovresti riuscire a sezionare il circuito di irrigazione per arrivare a scoprire qual'è il ramo che perde. Anche io ho un prato con 6 elettrovalvole e anche lì c'è una piccola perdita. Avendo il presscontrol ci ho messo un vaso da 8lt e in quel modo durante il giorno la pompa non attacca più di 2-3 volte. Poi, guardando il manometro, vedo che cala abbastanza velocemente quando la pressione è a 7bar, poi, invece, quando si avvicina alla pressione di ripartenza di 2.2 bar praticamente si stabilizza. La spiegazione che mi sono data è questa: con la pressione alta i tubi si dilatano e così pure la rottura... poi, pian piano che la pressione scende, la crepa( o quello che è) si richiude e il tubo non perse più. Nel mio caso è particolarmente difficile trovare il punto ammalorato, perché i tubi che si estendono sotto il terreno sono più di 100 mt.
Comunque, complimenti per essere riuscito a risolvere il tuo problema... chi la dura la vince! : Chessygrin :
L'ignoranza genera fiducia più spesso della conoscenza. (Charles Darwin)

Jocman
Messaggi: 38
Iscritto il: dom 18 feb 2018 7:44 pm

Re: Regolazione pressostato

Messaggioda Jocman » mar 26 mag 2020 6:05 pm

Se posso, ti posso chiedere una foto di come hai installato il press control con il vaso?
In foto c'è il mio "buco delle valvole".
Il pozzo si trova a circa 1.5/2 mt (in basso al centro si vede il tubo che dal pozzo va al collettore).
Presumo che se volessi mettere il press control dovrei metterlo in questa posizione, cioè fra il tubo che arriva dal pozzo e il collettore.

Il problema della perdita è un pò più complicato, in quanto pure io ho un bel po di "metraggio" di condutture, di cui alcune passano sotto la pavimentazione esterna.
Ma come ho detto, poichè il pozzo è deputato solo all'irrigazione, non ci faccio tanto caso alla perdita, tanto che a che mi ricordi, non ho mai sentito la pompa attivarsi fuori orario, quindi presumo che sia talmente minima da poterla ignorare tranquillamente
Allegati
IMG_20200517_133036.jpg
IMG_20200517_133036.jpg (113.32 KiB) Visto 254 volte

Avatar utente
giovanni
Messaggi: 6249
Iscritto il: gio 30 ott 2008 12:03 am
Località: siena

Re: Regolazione pressostato

Messaggioda giovanni » mer 27 mag 2020 1:05 am

Si, il press. va messo dove hai detto. Se la perdita è così poca la soluzione del press. è l'ideale. Comunque considera che lo puoi mettere anche direttamente sopra il vaso da 300lt, basta modificare la precarica: non più in base alla ripartenza ma in base allo stacco della pompa. Se per esempio la pompa arriva a 6bar il vaso lo caricherai a 5bar. In questo modo è come se tu lo avessi molto più piccolo... e quell'elasticità serve solo per compensare la possibili perdite nell'impianto, per evitare che la pompa attacchi a sproposito. Caso mai ti conviene guardare in un giorno quanto si abbassa la pressione sul manometro e in base a quello modulare a piacere la precarica del vaso. Questa del press. con un vaso da 300lt è un esperimento inedito.. ma penso che possa funzionare ugualmente. Poi a metterci un vasino da 8lt come il mio, sei sempre a tempo.

Ecco alcune foto del mio impianto:

vaso espansione da 8lt con rubinetto presa diretta
Immagine

armadio elettrovalvole
Immagine

tubo uscita cisterna
Immagine

press control esterno con protezione in rame
Immagine

tragitto tubazione dalla cisterna al press control
Immagine
L'ignoranza genera fiducia più spesso della conoscenza. (Charles Darwin)

Jocman
Messaggi: 38
Iscritto il: dom 18 feb 2018 7:44 pm

Re: Regolazione pressostato

Messaggioda Jocman » gio 28 mag 2020 1:44 pm

Ti ringrazio per aver condiviso il tuo impianto.
Mi farò un paio di valutazioni sull'installazione del press control, chissà, magari mi converto anche io.

Avatar utente
livio@
Moderator Maximo
Messaggi: 1620
Iscritto il: mer 02 mag 2007 10:13 pm

Re: Regolazione pressostato

Messaggioda livio@ » gio 28 mag 2020 7:03 pm

Io credo che la soluzione più semplice, che almeno così ho ritenuto, sia dotare l'impianto di un timer che autorizzi l'alimentazione della pompa solo al momento di irrigare.
Io ho due settori, con due pozzi autonomi, con totale di otto elettrovalvole che controllano una trentina di irrigatori, sia dinamici che statici.
Il problema in genere non è il trafilamento da giunzioni dei tubi ma dalla elettrovalvola che per un minimo di impurità può non chiudere correttamente.
A questo punto per il settore irrigazione faccio partire le pompe solo in determinati orari.
Chiaramente laddove mi servisse utilizzare uno dei due pozzi lo posso fare con interruttore a parte per l'alimentazione.
ciao, livio

Avatar utente
giovanni
Messaggi: 6249
Iscritto il: gio 30 ott 2008 12:03 am
Località: siena

Re: Regolazione pressostato

Messaggioda giovanni » sab 30 mag 2020 8:58 am

Bella idea livio!! Quindi non hai ne autoclave ne press control, e gestisci l'irrigazione solo con i timer e i programmatori per le elettrovalvole... ho capito bene?
L'ignoranza genera fiducia più spesso della conoscenza. (Charles Darwin)

Avatar utente
livio@
Moderator Maximo
Messaggi: 1620
Iscritto il: mer 02 mag 2007 10:13 pm

Re: Regolazione pressostato

Messaggioda livio@ » sab 30 mag 2020 6:59 pm

No Giovanni ho i press-control per le due pompe, perché a parte i timers e le centraline che comandano a tempo l'alimentazione della pompa, posso sempre, tramite un altro interruttore alimentarla se mi serve.
Es.: l'impianto di irrigazione serve per il prato ma non per le piante in vaso che devono essere innaffiate manualmente; pochè, come dico spesso a mia moglie che se la casa dovesse cadere le piante la mantengono, sono veramente tante, occorre che i pozzi siano anche disponibili fuori orario.
ciao, livio


Torna a “IDRAULICA”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 18 ospiti