Calorifero cucina

Se avete un problema di idraulica questo è il posto giusto per cercare una soluzione

Moderatore: dalmos

egiulio86
Messaggi: 164
Iscritto il: mar 04 set 2018 1:06 pm

Calorifero cucina

Messaggioda egiulio86 » mer 30 set 2020 9:15 pm

Ciao, chiedo agli esperti.
Devo riscaldare un cucinotto di ca. 13/15 m2. Invece di chiamare l'idraulico e implementare il tradizionale impianto di riscaldamento connesso alla caldaia, avevo pensato di mettere un calorifero elettrico. Non il classico calorifero a olio ma una specie di scalda salviette riempito di anti gelo con una bella resistenza da 1Kw.
Il mio timore è quello che non riscaldi a sufficienza e che rischio che resti sempre acceso. Voi cosa ne pensate?

skipper1971
Messaggi: 10
Iscritto il: mar 15 set 2020 4:18 pm

Re: Calorifero cucina

Messaggioda skipper1971 » gio 01 ott 2020 10:01 am

Penso che dipenda molto da quanto disperde l'ambiente rispetto all'esterno e dalla zona climatica oltre che alla presenza di altri apporti di calore magari dalle stanze accanto ecc

prova questo calcolatore
https://www.architetto.name/certificazi ... matici.php

non ho provato mai i radiatori a infrarossi, pare che siano più efficienti riscaldando prevalentemente per irraggiamento invece che per convezione

Avatar utente
mariobrossh
Moderator Maximo
Messaggi: 12929
Iscritto il: lun 17 ago 2009 9:11 am
Località: Cosenza

Re: Calorifero cucina

Messaggioda mariobrossh » gio 01 ott 2020 10:58 am

per la mia esperienza gli scalda salviette è già tanto se scaldano le salviette :)
Condividere un'idea è sempre una buona idea :)

egiulio86
Messaggi: 164
Iscritto il: mar 04 set 2018 1:06 pm

Re: Calorifero cucina

Messaggioda egiulio86 » gio 01 ott 2020 1:26 pm

Essendo la cucina di tutti i giorni, non mi va tanto di mettere sistemi alternativi. Vorrei che fosse comunque funzionale e ben rifinita. Lo scalda Salviette tradizionale che avevo in bagno scaldava bene, cambia solo di forma rispetto un calorifero. Son tentato di provare, mal che vada ci rimetto solo il costo della resistenza e lo converto ad acqua

egiulio86
Messaggi: 164
Iscritto il: mar 04 set 2018 1:06 pm

Re: Calorifero cucina

Messaggioda egiulio86 » gio 31 dic 2020 3:09 pm

Ciao, contrariamente a tutti i pareri ho messo in piedi la mia idea. Ho acquistato un calorifero tubolare che sviluppa 850W (sufficienti a stemperare il mio ambiente) e una resistenza a immersione da 750 W.
Ora ho montato e messo in funzione tutto e il giochino funziona, ma vorrei migliorarlo.

Dunque il calorifero ha 8 elementi alti 1,5 m ognuno dei quali (da scheda tecnica) contiene 1,28 l di liquido ca.
Quindi 8x1,2= 10,24 l arrotondato a 10 l. Sapendo che il liquido scaldandosi si espande, ho considerato l'80% della sua capienza, quindi 10x80/100=8 l.

Questa quantità l'ho suddivisa per il 25% in liquido antigelo specifico e il restante in acqua distillata: Quindi 6 l di acqua e 2 l di antigelo.

Messo in moto tutto il sistema e dopo un po di tempo di accensione, riscontro che:
- Il calorifero scalda molto bene nella parte inferiore (dove c'è la resistenza in basso a sx), praticamente non si può tenere neanche la mano appoggiata;
- il calorifero si scalda bene per metà della sua lunghezza. In altro a sx è caldino mentre il lato dx è freddo;
- dopo un po di tempo che è acceso fa rumore: immagino che il liquido va in ebollizione.

Secondo voi, cosa devo fare per non farlo andare in ebollizione ed avere una temperatura più o meno uniforme?

Avatar utente
Capitan Farloc
Site Admin
Messaggi: 6845
Iscritto il: gio 29 dic 2005 10:58 pm
Località: Roma

Re: Calorifero cucina

Messaggioda Capitan Farloc » dom 03 gen 2021 11:27 am

Premetto che non mi intendo di caloriferi, e personalmente anche io avrei sconsigliato (e sconsiglio) di metter su un sistema del genere visto che esistono già apparecchi elettrici fatti per fare il lavoro che ti serve ma certificati : Chessygrin :
Detto questo direi che per far funzionare in modo decente quello che hai realizzato dovresti mettere perlomeno un circolatore (una pompa che faccia circolare l'acqua contenuta nel calorifero) ed un termostato per staccare l'alimentazione alla resistenza quando l'acqua ha raggiunto la temperatura desiderata.
Ah... non c'è bisogno che lo dica, ma trattandosi di elettricità ed acqua, l'isolamento e la messa a terra della resistenza è fondamentale ;)
Luciano

egiulio86
Messaggi: 164
Iscritto il: mar 04 set 2018 1:06 pm

Re: Calorifero cucina

Messaggioda egiulio86 » dom 03 gen 2021 11:54 am

Capitan Farloc ha scritto:Premetto che non mi intendo di caloriferi, e personalmente anche io avrei sconsigliato (e sconsiglio) di metter su un sistema del genere visto che esistono già apparecchi elettrici fatti per fare il lavoro che ti serve ma certificati : Chessygrin :
Detto questo direi che per far funzionare in modo decente quello che hai realizzato dovresti mettere perlomeno un circolatore (una pompa che faccia circolare l'acqua contenuta nel calorifero) ed un termostato per staccare l'alimentazione alla resistenza quando l'acqua ha raggiunto la temperatura desiderata.
Ah... non c'è bisogno che lo dica, ma trattandosi di elettricità ed acqua, l'isolamento e la messa a terra della resistenza è fondamentale ;)


Eppure funziona alla grande!! Il termostato è già previsto e l'impianto è elettricamente tutto a regola d'arte. Non ho scelto un sistema già pronto perchè esteticamente non mi piaceva, uno scalda salviette da bagno o un termo su rotelle sinceramente stonava in una cucina.

Ho provato a cambiare le dosi dei liquidi ma guardando la scheda tecnica dell'antigelo, il punto di ebollizione è + o meno sempre intorno ai 110 gradi. Devo provare con olio diatermico che ha il punto di ebollizione tra i 300 e 500 gradi, ed ha un gran volume di espansione.

La pompa non credo sia necessaria, trattandosi di un solo calorifero dovrebbe scaldarsi uniformemente per differenza termica. Non mi risulta che quelli già pronti abbiano una pompa di circolazione. Il liquido caldo va verso l'alto spingendo quello freddo verso il basso che successivamente verrà riscaldato dalla resistenza.

Avatar utente
Capitan Farloc
Site Admin
Messaggi: 6845
Iscritto il: gio 29 dic 2005 10:58 pm
Località: Roma

Re: Calorifero cucina

Messaggioda Capitan Farloc » dom 03 gen 2021 12:36 pm

Se vicino alla resistenza è troppo caldo e in alto è freddo, la pompa temo sia necessaria, evidentemente la circolazione dovuta alla differenza di temperatura è troppo lenta.
Mettere un liquido che ha un punto di ebollizione molto alto non so se ti risolve il problema, rischi di far lavorare la resistenza a temperature per cui non è stata progettata.
E' questa la ragione per cui non è consigliabile fare lavori del genere, anche se utilizzi tutti apparecchi che singolarmente sono certificati con marchio di sicurezza, devi vedere una volta assemblato il tutto se rispetti i vincoli che ogni singolo pezzo prevede per il proprio utilizzo.
Luciano


Torna a “IDRAULICA”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti