Problema impregnante su stuccatura

Tutto ciò che riguarda il FaiDaTe ma non rientra nelle categorie precedenti
Avatar utente
giovanni
Messaggi: 6478
Iscritto il: gio 30 ott 2008 12:03 am
Località: siena

Problema impregnante su stuccatura

Messaggioda giovanni » dom 01 set 2013 4:51 pm

Devo restaurare un tavolo in legno della terrazza che dopo 15 anni alle intemperie fa pietà. Le stecche
sono tutte crepate ed incurvate e non so bene come fare a chiudere tutti i cretti. Lo scopo era riportarlo
a legno, ridargli l'impregnante (color castagno) ed infine il protettivo trasparente.
Il problema è che se anche trovo lo stucco di quel colore, quando poi ci passo l'impregnante in quei punti la
differenza si noterà sempre.
E' un problema insolubile, vero? :(

Avatar utente
mariobrossh
Moderator Maximo
Messaggi: 12614
Iscritto il: lun 17 ago 2009 9:11 am
Località: Cosenza

Messaggioda mariobrossh » dom 01 set 2013 5:05 pm

se non trovi lo stucco dello stesso colore prova a colorare un po di stucco
con lo stesso prodotto usato per mordenzare, personalmente, per manufatti
destinati all'esterno, preferisco sgrossare con grana 60, stuccare, carteggiare
con grana 120, mordenzare e poi dare tre mani di impregnante all'acqua
trasparente cerato, se vuoi ti posto qualche foto :)
Condividere un'idea è sempre una buona idea :)

Avatar utente
giuseppef
Messaggi: 618
Iscritto il: sab 17 gen 2009 12:42 pm
Località: ladispoli(Roma)

Messaggioda giuseppef » dom 01 set 2013 6:14 pm

Ciao,puoi mettere qualche foto?Il sistema di Mario mi sembra buono,l'unico dubbio che ho è sulla tenuta delle stuccature,perché una volta riesposto alle intemperie il legno ricomincerà a dilatarsi e restringersi e questo potrebbe causare(causerà)il distacco dal legno.

Pino

Avatar utente
giovanni
Messaggi: 6478
Iscritto il: gio 30 ott 2008 12:03 am
Località: siena

Messaggioda giovanni » dom 01 set 2013 11:07 pm

@mario: metti metti, le foto fanno sempre comodo. :)

@pino: ecco le foto dei cretti sul tavolo:

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Avatar utente
mariobrossh
Moderator Maximo
Messaggi: 12614
Iscritto il: lun 17 ago 2009 9:11 am
Località: Cosenza

Messaggioda mariobrossh » lun 02 set 2013 8:13 am

vediamo che dice Pino ma secondo me quelle fessure andrebbero riempite
di colla e segatura e poi eventualmente stuccate, per quanto riguarda
i miei infissi ecco le foto, per piccole crepe io uso uno stucco pronto colorato
della veleca

Prima

Immagine

Immagine

Dopo

Immagine
Condividere un'idea è sempre una buona idea :)

Avatar utente
giovanni
Messaggi: 6478
Iscritto il: gio 30 ott 2008 12:03 am
Località: siena

Messaggioda giovanni » lun 02 set 2013 8:33 am

Mi pare che per adesso i tuoi infissi godono di ottima salute.:)
Per la colla con la segatura non credo che si riuscirebbe ad inserirla; addirittura sarebbe
meglio diluirla e poi usare una siringa. Però, poi lo spessore dello stucco sarebbe troppo poco
e non vorrei che tendesse a staccarsi. In più con la colla, come si sporca un po il legno sopra, anche se
si cerca di pulirla subito, rimane la patina impermeabile che impedisce al mordente di penetrare e
alla fine si vedono sempre i segni più chiari della colla. :(

Avatar utente
mariobrossh
Moderator Maximo
Messaggi: 12614
Iscritto il: lun 17 ago 2009 9:11 am
Località: Cosenza

Messaggioda mariobrossh » lun 02 set 2013 8:46 am

Giovà io l'ho sempre usata con ottimi risultati, il mio dubbio era per
manufatti posti all'esterno quindi soggetti a forti dilatazioni, per il
resto non ci sono problemi perché in pratica devi preparata una sorta
di stucco con la stessa segatura fine del legno da trattare impastato
con colla vinilica e acqua, lo stendi sopra il legno con una spatola, lo spingi
bene all'interno, asporti l'eccesso e pulisci bene con una spugnetta umida
è un metodo antico usato dai falegnami
Condividere un'idea è sempre una buona idea :)

Avatar utente
giuseppef
Messaggi: 618
Iscritto il: sab 17 gen 2009 12:42 pm
Località: ladispoli(Roma)

Messaggioda giuseppef » mar 03 set 2013 12:44 pm

mariobrossh ha scritto:vediamo che dice Pino......


Mario ti ringrazio per la fiducia,ma non ho tanta esperienza per questi lavori....,vedo due alternative:sostituzione delle tavole più"gravi"(semplice e veloce),oppure armarsi di tanta santa pazienza e fare delle zeppe da inserire nelle crepe più grandi(con colla resistente all'acqua) il più in fondo possibile e poi,stuccare come dici tu le crepe più piccole,magari tingendo l'impasto mentre si prepara perché come dice Giovanni,dopo non prenderà il colore(bisognerebbe anche avere una tinta di riferimento a cui paragonare il colore dello stucco,non che debba essere uguale,ma abbastanza vicino),alla fine 3-4 mani di impregnante all'acqua effetto cera non sfogliante tinto,in modo da uniformare il colore del piano

Pino

Avatar utente
dalmos
Moderator Maximo
Messaggi: 5932
Iscritto il: dom 20 mar 2011 5:58 pm

Messaggioda dalmos » mar 03 set 2013 2:31 pm

Come ben sapete non sono un esperto nell'arte del legno, ma un mio amico falegname mi ha consigliato questo ,
colla di bue ,
dicendomi che assorbe il mordente.
http://www.restauroinversilia.it/index. ... &Itemid=28

Ciao
stefano

Avatar utente
mariobrossh
Moderator Maximo
Messaggi: 12614
Iscritto il: lun 17 ago 2009 9:11 am
Località: Cosenza

Messaggioda mariobrossh » mar 03 set 2013 2:56 pm

interessante, chissà se sia facile da reperire, a parte in rete
http://www.cremonatools.com/verniciatur ... m_store=it
Condividere un'idea è sempre una buona idea :)

Avatar utente
giuseppef
Messaggi: 618
Iscritto il: sab 17 gen 2009 12:42 pm
Località: ladispoli(Roma)

Messaggioda giuseppef » mar 03 set 2013 3:17 pm

Credo che il problema di questo tipo di colla sia tutto nell'ultima parola della presentazione nel link di dalmos che riporto in parte:
"......E' la colla forte che si usa per l'icollaggio dei mobili e delle impiallaciature e lastronature.Ha il vantaggio di tirare subito essere elestica e REVERSIBILE"

Voglio dire che non mi sembra resistente all'acqua e visto che è esposto alle intemperie......però potrei essermi sbagliato

Pino

cicalo66
Messaggi: 581
Iscritto il: lun 17 ott 2011 9:17 pm

Messaggioda cicalo66 » mar 03 set 2013 3:25 pm

Se posso dire la mia....
1. non si parla di un mobile pregiato di alta falegnameria. Io adoro gli oggetti che hanno l'aria vissuta: fossi in te, lo tratterei lasciando le crepe così come sono. Pensa che c'è chi impazzisce come ottenere l'effeto "invecchiato" artificialmente.

2. in casi come il tuo, io cerco di limitare al massimo lo stucco e dove posso, li dove le crepe sono già intorno ai 2 mm, creo delle scaglie di legno e le spingo dentro con colla e mazzuolo, poi levigo e tratto.
Sandro

Avatar utente
frank59
Messaggi: 485
Iscritto il: ven 21 gen 2011 6:27 am
Località: Dintorni di Acqui T

Messaggioda frank59 » sab 07 set 2013 10:04 am

Ciao,io ho sempre usato un buon impregnante,ora comincio a usare quelli ad''acqua'',avolte sento parlare di ''mordenzante'',ho sempre pesato chel'impregnante fosse gia di x se un fondo aggrappante specie se vuoi ottenere la tinta legno mi spiegate a cosa serve e se è poi possibile carteggiarlo 0 stuccarvi sopra?altro prodotto che nn ho mai usato è il turapori:come va dato e se è incolore,se catrteggiabile?Abbiamo da fare alcune finestre che sono state senza persiane praticamente un anno ora si stacca tutto a scaglie gia tutto carteggiato a fondo ho visto questo topic e ho chiesto,grazie
chiedo scusa se sono O.T.
vivi ogni giorno facendo tesoro dell'esperienza acquisita ..e sii umile

Avatar utente
giovanni
Messaggi: 6478
Iscritto il: gio 30 ott 2008 12:03 am
Località: siena

Messaggioda giovanni » sab 07 set 2013 10:53 am

Epilogo:
alla fine il tavolo è finito e sembra tornato a nuova vita. :)
Ho trovato uno stucco bicomponente color castagno che mi è costato una sassata ma che accetta l'impregante.
Per cui: stuccatura, levigatura, una mano di impregnate e due mani di trasparente poliuretanica satinata
ed ecco il risultato (sono state fatte anche le sedie naturalmente):

Immagine

Per un dilettante allo sbaraglio cosa potete pretendere di più? :D :D La stuccatura mi pare si noti poco, in quanto si mimetizza con le venature. :)
Ultima modifica di giovanni il sab 07 set 2013 2:01 pm, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
mariobrossh
Moderator Maximo
Messaggi: 12614
Iscritto il: lun 17 ago 2009 9:11 am
Località: Cosenza

Messaggioda mariobrossh » sab 07 set 2013 11:08 am

forse era meglio se aprivi un'altro topic :)
allora, in sintesi facciamo un po di chiarezza
Impregnante
viene usato prevalentemente per manufatti destinati all'esterno
può essere trasparente o colorato nelle varie tonalità ciliegio, noce ecc.

Mordente
si usa per tingere il legno nelle varie tonalità, ciliegio, noce ecc. si da
dopo aver carteggiato almeno fino alla grana 120

Fondo
si da sul mordente, oppure direttamente sul legno al naturale
il più comune fondo è proprio il turapori ma ci sono degli ottimi fondi
sintetici tipo i poliuretanici

Finitura
questo prodotto serve per dare al manufatto l'aspetto scelto, come
ad esempio lucido, satinato, opaco ecc. va dato dopo una o due mani di
fondo, anche questo esiste di varie tipologie, il poliuretanico è molto
apprezzato dai falegnami perché se catalizzato asciuga velocemente e
dona al manufatto un aspetto da mobile commerciale

Nel caso di infissi dove occorre riprodurre più o meno
la tinta esistente conviene dopo la carteggiatura dare il mordente del
colore scelto, carteggiare delicatamente per togliere il pelo e poi dare
tre mani di impregnante all'acqua

Nel caso invece di mobile dopo la carteggiatura conviene bagnare il mobile
e dopo asciutto carteggiare con grana fine per togliere il pelo, quindi
mordenzare, dopo asciutto, carteggiare delicatamente eventuale pelo
e dare una o due mani di turapori, carteggiatina leggera e dare il fondo

Almeno io faccio così
Condividere un'idea è sempre una buona idea :)


Torna a “BRICOLAGE / ALTRI ARGOMENTI”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 14 ospiti