vetrinetta da parete

Hai costruito qualcosa o fatto una riparazione e vuoi condividere questa esperienza con gli altri "navigatori" del forum?
Inserisci un articolo corredato da foto in questo forum

Moderatore: mariobrossh

Avatar utente
giuseppef
Messaggi: 618
Iscritto il: sab 17 gen 2009 12:42 pm
Località: ladispoli(Roma)

vetrinetta da parete

Messaggioda giuseppef » gio 04 lug 2013 4:36 pm

Ciao a tutti,tempo fa un mio amico mi ha chiesto di fargli una vetrinetta per esporre dei coltelli (che fa lui).Mi ha dato del legno di pero stagionato da una decina di anni e ho iniziato la costruzione,qui le fasi:
dopo aver preparato la base e il cappello, i listelli dei telaini e dello sportello li ho fresati

Immagine

Immagine

Immagine

dopo aver ottenuto la sede per il vetro,ho fatto i telaini,dal momento che la vetrina sarà appesa e non vorrei ritrovarla scollata,ho preforato e messo le viti.Ho poi ricavato la sede per la fodera sui telai,per la base e il cappello,ho segnato sulla battuta della sega l'entrata e l'uscita leaa tavola,poi l'ho finita con lo scalpello

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

sempre con le viti ho unito la struttura e adesso posso prendere la misura dello sportello,dei ripiani ,della fodera e ho fatto la cimasa

Immagine

Immagine

Immagine

...comincia a prendere forma,a questo punto ho suddiviso la fodera e ho fatto i fori per le viti che reggeranno le mensoline(dopo con la stoffa montata avrei avuto più problemi).Dopo averla montata,ho riscontrato un leggero svergolamento dello sportello,ma non è un problema,risolverò posizionando il tacchettino in basso e il magnete in alto.Dopo qualche leggero colpo di pialla ho finalmente montato lo sportello,ho dato una leggera tinta ciliegio,ma pur essendo il pero simile (come colore)al ciliegio,è risultata troppo rossa così per smorzare un po' la finirò a gommalacca e cera

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Immagine

quando si va di fretta si commettono errori,infatti avrei dovuto montare tacchetto e magnete PRIMA di lucidare,lo farò adesso con due gocce di attak.Prima di incollare,tenendo premuto li magnete ho segnato sullo sportello il punto dove mettere la vite.Facendo attenzione a metterla il più dritta possibile,ho incollato col bostik la stoffa sulla fodera.Sulle due mani di gommalacca ho passato la cera e ho tagliato i vetri dei fianchi e dello sportello.A questo punto è iniziata la parte più noiosa:l'incollaggio con colla a caldo del cordoncino fermavetro

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

ho messo del nastro da carrozziere intorno al punto dove tagliare,l'ho segnato e dopo il taglio ho messo una goccia di attak per non fare aprire la treccia dei due capi,ho dato una ulteriore lucidata,ho montato la fodera con i ripiani ed eccola finita.Appena posso metto una foto con i coltelli esposti

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Pino

Avatar utente
ichnos
Messaggi: 2299
Iscritto il: dom 16 nov 2008 12:16 pm

Messaggioda ichnos » gio 04 lug 2013 4:59 pm

ciao, ehhh la classe non è acqua, bravo
AJO' CHE CE LA FAI

Avatar utente
mariobrossh
Moderator Maximo
Messaggi: 12614
Iscritto il: lun 17 ago 2009 9:11 am
Località: Cosenza

Messaggioda mariobrossh » gio 04 lug 2013 5:50 pm

Lavoro esemplare .................... te lo detto io che c'è sempre da imparare :)
Condividere un'idea è sempre una buona idea :)

Avatar utente
giuseppef
Messaggi: 618
Iscritto il: sab 17 gen 2009 12:42 pm
Località: ladispoli(Roma)

Messaggioda giuseppef » ven 05 lug 2013 5:55 pm

Grazie ad entrambi,questa,dopo una che feci in mandorlo è quella che mi piace di più,forse perché la gommalacca le ha dato un'aria di antico(o forse solo di vecchio :lol: :lol: )che sta sempre bene

Pino

Avatar utente
giovanni
Messaggi: 6478
Iscritto il: gio 30 ott 2008 12:03 am
Località: siena

Messaggioda giovanni » sab 06 lug 2013 12:40 am

Bel lavoro Pino. Mi potresti erudire in grandi linee sul procedimento della lucidatura a gommalacca? :oops:

cicalo66
Messaggi: 581
Iscritto il: lun 17 ott 2011 9:17 pm

Messaggioda cicalo66 » sab 06 lug 2013 10:12 am

bellissima! :)
Sandro

Avatar utente
mariobrossh
Moderator Maximo
Messaggi: 12614
Iscritto il: lun 17 ago 2009 9:11 am
Località: Cosenza

Messaggioda mariobrossh » sab 06 lug 2013 12:25 pm

scusa Pino avrei una curiosità, per fare la scanalatura con la circolare
bisogna posizionare il pezzo a motore fermo e poi alzare la lama
quanto basta per poi spingere il pezzo fino al secondo segno ?
se è così come fai ad alzare la lama sempre alla stessa altezza ?
Condividere un'idea è sempre una buona idea :)

Avatar utente
giuseppef
Messaggi: 618
Iscritto il: sab 17 gen 2009 12:42 pm
Località: ladispoli(Roma)

Messaggioda giuseppef » sab 06 lug 2013 4:50 pm

giovanni ha scritto:Bel lavoro Pino. Mi potresti erudire in grandi linee sul procedimento della lucidatura a gommalacca? :oops:


Grazie Giovanni,ci provo,ma quattro parole non basteranno :lol: (diamo per scontato che il legno,la gl e il tampone siano pronti),si imbeve il tampone e si comincia a passarlo sul legno con movimenti circolari continui,mettendo qualche LEGGERA spruzzata di pomice in polvere che serve all'inizio per chiudere i pori e dopo per spianare la gl precedente.Per faciltare lo scorrimento si mettere qualche goccia di olio,io uso quello rosso(dovrebbe essere olio di lino cotto),all'inizio bisognerà "rifornire" spesso,perché la gl verrà assorbita completamente.Quando si sarà raggiunto un minimo di spessore(di gl)ci si ferma e si lascia asciugare completamente,con questo caldo 6-8 ore,si carteggia con grana 280-320 le parti piane e con la paglietta 0000 le parti scorniciate e gli spigoli e si ricomincia a passare il tampone con movimenti circolari alternati a movimenti ad 8 sia verticali che orizzontali,ogni tanto si passa anche nel senso delle venature(questo per essere sicuri di coprire di gl tutta la superficie) senza mai fermarsi su di un punto,se ci si vuole fermare bisogna "uscire"dal legno.Dopo aver passato 4-5 mani di gl si dovrebbe aver ragiunto un buon spessore e si passa alla fase finale(*):si imbeve il tampone con gl sempre più diluita e si passa con i soliti movimenti,continuando a strofinarlo finché è asciutto.Questo finché non si ottiene una superficie lucida ed omogenea senza segni di tampone,praticamente esperienza esperienza ed esperienza.Non prendere per oro colato quello che ti ho detto,questo è il sistema che uso io,ma se chiedi a 100 lucidatori,pur partendo da una base comune,avrai 100 risposte diverse sul procedimento per arrivare allo stesso risultato,e tu potresti essere il centounesimo!!!!Per dirtene un paio c'è chi non usa affatto la pomice perché potrebbe fiorire,tanti usano la gl in diverse diluizioni già preparate,io la uso in unica concentrazione diluendola sul tampone man mano che vado avanti.....

(*)a questo punto si può scegliere di finire a cera,è molto più semplice e il risultato è comunque buono

Pino

Avatar utente
giuseppef
Messaggi: 618
Iscritto il: sab 17 gen 2009 12:42 pm
Località: ladispoli(Roma)

Messaggioda giuseppef » sab 06 lug 2013 5:54 pm

cicalo ha scritto:bellissima! :)


Grazie!!


mariobrossh ha scritto:scusa Pino avrei una curiosità, per fare la scanalatura con la circolare
bisogna posizionare il pezzo a motore fermo e poi alzare la lama
quanto basta per poi spingere il pezzo fino al secondo segno ?
se è così come fai ad alzare la lama sempre alla stessa altezza ?


Questo lavoro sarebbe meglio farlo con la fresatrice,ma io ho solo il rifilatore a mano,potrei farlo lo stesso,ma avendo la base d'appoggio abbastanza instabile se mangio troppo non posso rimediare e a lavoro finito si vedrebbe,della toupie per queste dimensioni ridotte non mi fido,per cui mi adatto con la circolare,RIMANE COMUNQUE PERICOLOSO,QUINDI MASSIMA ATTENZIONE:prima di tutto segno sulla tavoletta l'inizio e la fine della passata,prendo la misura dell'altezza della lama su di un pezzo di scarto,posiziono la battuta per togliere i primi 3 mm(la lama),accendo la circolare e ci calo la tavola,con aggiustamenti successivi arrivo al segno di inizio(sulla tavola),da qui parto per arrivare al segno di fine passata.Spengo la sega e segno l'inizio e la fine sulla battuta,la avvicino alla lama (in questo caso di altri 3 mm) e riparto per la seconda passata.Praticamente i segni sulla battuta mi servono solo per la seconda passata,perché altrimenti non avrei riferimenti per iniziare e finire,la lama una volta stabilita l'altezza non la muovo più!

Pino

Avatar utente
mariobrossh
Moderator Maximo
Messaggi: 12614
Iscritto il: lun 17 ago 2009 9:11 am
Località: Cosenza

Messaggioda mariobrossh » sab 06 lug 2013 8:08 pm

ho capito perfettamente e ti confesso che la cosa mi fa un po paura,
personalmente quando posso preferisco usare la fresatrice a mano
pur avendo il banchetto ................ a certe macchine preferisco non dare
troppa confidenza :)
Condividere un'idea è sempre una buona idea :)

Avatar utente
giovanni
Messaggi: 6478
Iscritto il: gio 30 ott 2008 12:03 am
Località: siena

Messaggioda giovanni » mar 09 lug 2013 5:49 pm

giuseppef ha scritto:
giovanni ha scritto:Bel lavoro Pino. Mi potresti erudire in grandi linee sul procedimento della lucidatura a gommalacca? :oops:


Grazie Giovanni,ci provo,ma quattro parole non basteranno :lol: (diamo per scontato che il legno,la gl e il tampone siano pronti),si imbeve il tampone e si comincia a passarlo sul legno con movimenti circolari continui,mettendo qualche LEGGERA spruzzata di pomice in polvere che serve all'inizio per chiudere i pori e dopo per spianare la gl precedente.Per faciltare lo scorrimento si mettere qualche goccia di olio,io uso quello rosso(dovrebbe essere olio di lino cotto),all'inizio bisognerà "rifornire" spesso,perché la gl verrà assorbita completamente.Quando si sarà raggiunto un minimo di spessore(di gl)ci si ferma e si lascia asciugare completamente,con questo caldo 6-8 ore,si carteggia con grana 280-320 le parti piane e con la paglietta 0000 le parti scorniciate e gli spigoli e si ricomincia a passare il tampone con movimenti circolari alternati a movimenti ad 8 sia verticali che orizzontali,ogni tanto si passa anche nel senso delle venature(questo per essere sicuri di coprire di gl tutta la superficie) senza mai fermarsi su di un punto,se ci si vuole fermare bisogna "uscire"dal legno.Dopo aver passato 4-5 mani di gl si dovrebbe aver ragiunto un buon spessore e si passa alla fase finale(*):si imbeve il tampone con gl sempre più diluita e si passa con i soliti movimenti,continuando a strofinarlo finché è asciutto.Questo finché non si ottiene una superficie lucida ed omogenea senza segni di tampone,praticamente esperienza esperienza ed esperienza.Non prendere per oro colato quello che ti ho detto,questo è il sistema che uso io,ma se chiedi a 100 lucidatori,pur partendo da una base comune,avrai 100 risposte diverse sul procedimento per arrivare allo stesso risultato,e tu potresti essere il centounesimo!!!!Per dirtene un paio c'è chi non usa affatto la pomice perché potrebbe fiorire,tanti usano la gl in diverse diluizioni già preparate,io la uso in unica concentrazione diluendola sul tampone man mano che vado avanti.....

(*)a questo punto si può scegliere di finire a cera,è molto più semplice e il risultato è comunque buono

Pino


Grazie Pino, chiarissimo! Un ultima cosa: qual'è la resistenza all'abrasione della gl?

Avatar utente
johno
Messaggi: 610
Iscritto il: gio 23 ott 2008 3:40 pm

Messaggioda johno » mer 10 lug 2013 11:40 am

Ciao Giuseppe,

sono interessato alla lucidataura, non ho mai approfindito bene il tema, anche se lo vorrei fare.....ottima la tua spiegazione sul come procedere, volevo sapere se potevi scrivermi una "lista della spesa" del materiale che tu usi di solito, magari con marca e modello....

Ho "restaurato" se cosi si puo dire un piano in legno di una macchina da cucire, ma non son riuscito a dargli quel senso di lucidita e antico che mi aspettavo......

Sinceramente ho solamente lisciato e levigato il legno, per poi dargli una mano di impregnante di colore piu scuro e in fine un olio lucidante.....l'effetto è abbastanza decente ma non come me lo sarei aspettati

Alla vista è nella lucida ma al tatto si sente ancora la venatura e in alcuni punti una leggera rugosità del legno...

Avatar utente
mariobrossh
Moderator Maximo
Messaggi: 12614
Iscritto il: lun 17 ago 2009 9:11 am
Località: Cosenza

Messaggioda mariobrossh » mer 10 lug 2013 1:50 pm

in attesa che risponda Pino, che è molto più titolato di me in questo campo,
posso solo dirvi che la finitura di un mobile a gomma lacca è una vera e
propria arte, per niente semplice, personalmente ho solo fatto delle prove
e per il momento mi astengo, quello che invece mi sento di consigliarvi è
il procedimento a mezza cera, che sostanzialmente consiste nel dare due
mani di gomma lacca a mo di tura pori e poi finire con la cera.

per poi dargli una mano di impregnante


per impregnante intendi la vernice impregnante o un mordente per
tingere il legno ?

Alla vista è nella lucida ma al tatto si sente ancora la venatura e in alcuni punti una leggera rugosità del legno...


secondo me le rugosità si sentono perché dopo la mordenzatura dovevi
dargli almeno una mano di tura pori e poi la finitura
Condividere un'idea è sempre una buona idea :)

Avatar utente
giuseppef
Messaggi: 618
Iscritto il: sab 17 gen 2009 12:42 pm
Località: ladispoli(Roma)

Messaggioda giuseppef » mer 10 lug 2013 3:09 pm

giovanni ha scritto:.....Grazie Pino, chiarissimo! Un ultima cosa: qual'è la
resistenza all'abrasione della gl?


Ciao Giovanni,la resistenza(secondo me)è media,molto simile ad una
finitura nitro,inoltre non deve venire a contatto con alcoli vari che
scioglierebbero,anche solo superficialmente la gommalacca opacizzando il
punto bagnato



johno ha scritto:Ciao Giuseppe,

sono interessato alla lucidataura, non ho mai approfindito bene il tema,
anche se lo vorrei fare.....ottima la tua spiegazione sul come procedere,
volevo sapere se potevi scrivermi una "lista della spesa" del materiale che
tu usi di solito, magari con marca e modello....

Ho "restaurato" se cosi si puo dire un piano in legno di una macchina da
cucire, ma non son riuscito a dargli quel senso di lucidita e antico che mi
aspettavo......

Sinceramente ho solamente lisciato e levigato il legno, per poi dargli una
mano di impregnante di colore piu scuro e in fine un olio
lucidante.....l'effetto è abbastanza decente ma non come me lo sarei
aspettati


Alla vista è nella lucida ma al tatto si sente ancora la venatura e in alcuni
punti una leggera rugosità del legno...


Ciao johno,non voglio assolutamente scoraggiarti,però voglio avvisarti che
se non hai esperienza difficilmente otterrai un buon risultato.Ti do(se mi
posso permettere)due consigli:
1°)trova dei pezzi di scarto di qualsiasi essenza(non troppo piccoli) ed
esercitati con quelli,cercando di memorizzare i vari passaggi,non quelli che
ho descritto,ma quelli che farai tu,per poterli eventualmente modificare sul
pezzo successivo e,quando ti sembrerà di aver ottenuto un buon risultato
passi alla macchina da cucire

2°)come ho detto a Giovanni ad un certo punto puoi finire di lucidare a
cera,può essere una scorciatoia,ma è anche una finitura vera e propria ed
è molto bella.
La lista è presto fatta:gommalacca in scaglie,alcol etilico denaturato 90°
(quello che puzza del supermercato),carta abrasiva 280-320 e paglietta
0000,un flacone di olio di lino cotto e pietra pomice finissima in polvere.Per
il tampone un pezzo di tela di cotone o di lino e della lana o ovatta da
mettere all'interno della tela.Se decidi per la cera prendi anche un
barattolo di cera,io uso l'aurora,ma va bene qualsiasi marca.

Ti ricordo che questi sono i materiali che USO IO,la gommalacca puoi
trovarla anche già pronta e l'alcol sarebbe meglio usare quello con
gradazione più alta.Se dai uno sguardo su youtube trovi diversi esempi di
lucidatura e preparazione del tampone,qualcosa la trovi anche qui:


http://www.google.it/search?hl=it&site= ... B450%3B299

ultima cosa,se decidi per la gommalacca credo che dovrai riportare il legno
a vergine

Pino

Avatar utente
johno
Messaggi: 610
Iscritto il: gio 23 ott 2008 3:40 pm

Messaggioda johno » mer 10 lug 2013 9:56 pm

Grazie delle info...sperimentero.....con pezzi di legno e poi magri parto con un angolino nascosto x vedere l'effetto che fa con gommalacca


Torna a “QUESTO L'HO FATTO IO”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite