Dima per spinare

Hai avuto modo di risolvere un problema in modo originale o hai qualche "rimedio della nonna" (o perchè no "del nonno")? Scrivi un breve articolo (anche senza foto) per condividere il tuo consiglio con tutti.
plcet
Messaggi: 3640
Iscritto il: lun 16 mar 2009 11:51 pm

Dima per spinare

Messaggioda plcet » gio 13 ott 2016 12:43 pm

Buongiorno....magari a qualcuno può interessare, almeno spero :D

Questa dima l' ho sbirciata quando ho intrapreso questa passione....mi recai da un anziano falegname che conosco e gli chiesi di spinarmi i pezzi per realizzare la mia prima cucina su misura, prese questa stecca, un battente con 2 chiodini e inizio a forare il legno, tornai a casa e tutto era perfetto...unica cosa imperfetta, il colore bianco dei pezzi, quindi prendi il legno e butta tutto, poi lo ricomprai noce scuro, provai con la spinatrice wolfcraft, ma niente tutto impreciso quindi prendi anche quei pezzi e togli tutto, morale della storia, sono volati 2 pannelli di legno prima di raggiungere la meta :D

Provai a fare la dima, ma i fori erano tutti disallineati ed anche qui problemi, andai da un signore con il trapano a colonna, mi feci dare una raddrizzata e poi ho iniziato il mio viaggio.

Ad oggi, ho deciso di eliminare la vecchia e farmene una nuova bella pulita :D

ciò di cui avete bisogno è:

- stecca di rovere o comunque massello duro di 19 mm (sarebbe l' ideale per il laminato tinto) o di 18mm (in caso di laminato bianco);

- tubetto in ferro da 10 con foro interno da 6 o da 8....i miei tubetti me li ha ripassati per foro da 8 un fabbro al tornio;

- 2 battenti (potete troncarli sui 2 lati della stessa tavola in modo da avere lo squadro giusto);

- trapano a colonna.

allora, si prende la stecca e la si segna al centro preciso, quindi truschino o semplice riga, si porta la stecca sotto il trapano a colonna, si fissa la morsa nella giusta direzione e si fa scendere la punta da 10 forando per intero la stecca (io in questa dima ho fatto i fori a 2 a 2 lasciando 4 cm tra un foro e l' altro e 6 cm dalla serie successiva (se non ricordo male) ma la scelta dei fori è personale, io ho fatto così perchè la coppia di fori può essere utile in caso di "aiuto" nei sistemi di fissaggio a bussolotto.

Una volta forata la stecca si inseriscono i vari bussolotti che fungono da guida per il foro, si prendono i 2 pezzetti troncati e si mettono a squadro avvitati sulla stecca segnando con B e R (rimane sempre una cosa personale e significa battente e ricevente).

Bene il tutto è pronto, si può fare la prova su uno scarto....il consiglio che do è quello di mettere carta gommata sui fori che non si vogliono fare (io attualmente sto forando un pezzo di 35 cm e come vedete dalla foto ho escluso dei fori preferendone solo 4 ovvero 2 esterni e 2 centrali più ravvicinati (nella prova a secco invece mi sono sbizzarrito un pò proprio per vedere la precisione e pare vada bene.

Altro consiglio....il battente ed il ricevente vanno sempre messi all' esterno della tavola, nel senso che, dove mettete a filo sul lato del battente così dovete mettere a filo sul lato del ricevente ovvero l' esterno del pezzo (parlo di esterno ovvero dove non andrà il canale per il fondo)

Bene allora questa è la stecca:

Immagine

Immagine

si poggia il ricevente su una base piana e si fissa a filo di tavola con dei morsetti pronti per la foratura....

Immagine

si imposta la punta del trapano da 8 con un blocco o del nastro per regolarne la profondità e si fora, questo è il risultato

Immagine

una volta fatto ciò, si poggia il battente sulla "schiena" e si fissa la stecca sempre con i morsetti, ricordando sempre che il battente laterale deve essere lo specchio di quello utilizzato nel pezzo precedente

Immagine

quindi anche qui si fora e si ha questo secondo risultato...

Immagine

infine si piazzano le spine per la prova a secco....

Immagine


Immagine

una volta finito tutto, si inserisce la colla nei fori dei battenti e si inseriscono le spine lasciandole uscire per 1-2 mm in meno del foro ricevente, quindi se il ricevente lo avete forato per 12 mm dovete far uscire le spine dal battente di 10 max 11 mm in modo da poter inserire almeno un mm di colla si morsetta ed il gioco è fatto...non dimenticate di mettere il fondo nei canali prima di incollare e morsettare :D

Avatar utente
mariobrossh
Moderator Maximo
Messaggi: 11768
Iscritto il: lun 17 ago 2009 9:11 am
Località: Cosenza

Re: Dima per spinare

Messaggioda mariobrossh » gio 13 ott 2016 4:58 pm

Bravo ragazzo ma io vedo uno scalino hai provato a girare il pezzo ?
Condividere un'idea è sempre una buona idea :)

plcet
Messaggi: 3640
Iscritto il: lun 16 mar 2009 11:51 pm

Re: Dima per spinare

Messaggioda plcet » gio 13 ott 2016 5:35 pm

è un effetto ottico mario perchè le spine non sono entrate perfettamente ed tra i pezzi c'è un pò d' aria, ho già montato 2 pensili e fa bene la dima :D
altrimenti mi sarei pure vergognato a mettere il tutorial hahahahahaha

l' unica "fregatura" riscontrata è su un pezzo che è leggermente più lungo (meno di 1 mm) quindi si è creato un dentino avanti e uno dietro, ma quello non è difetto di dima ma proprio di pezzo, pure con l' elettroutensile avrei riscontrato il problema.

Ora ho deciso di usare i biscotti per i mobiletti bassi, almeno posso giostrare meglio la cosa con la lamellatrice, anche perchè i pensili devono avere una resistenza maggiore visto che sono appesi, ma sotto poggiano su dei piedini quindi resisteranno tranquillamente ;)

CHIVASSO
Messaggi: 57
Iscritto il: mer 04 nov 2015 10:29 pm

Re: Dima per spinare

Messaggioda CHIVASSO » ven 14 ott 2016 6:37 pm

Ciao PLC BELLA efficace .Ma il battente ricevente rimane fisso per forza o si puo spostare? questa dima è valida solo su legni da 18 / 19 mm? e se il legno è più spesso ,,mettiamo da 25mm ,per posizionare la dima bisogna fare la metà dello spessore del legno , e posizionare il centro dei fori sulla metà del legno ....... il sistema wolcraft in questo è più veloce ,lo sai no basta giocare di polso ,e il gioco è fatto. : Chessygrin : ciao Legno duro ne ho , proverò ciao

Avatar utente
mariobrossh
Moderator Maximo
Messaggi: 11768
Iscritto il: lun 17 ago 2009 9:11 am
Località: Cosenza

Re: Dima per spinare

Messaggioda mariobrossh » ven 14 ott 2016 6:40 pm

nessuna dima o spinatrice fora perfettamente al centro il trucco consiste nel segnarsi
sui pezzi il lato di appoggio della dima per poi farli combaciare
Condividere un'idea è sempre una buona idea :)

plcet
Messaggi: 3640
Iscritto il: lun 16 mar 2009 11:51 pm

Re: Dima per spinare

Messaggioda plcet » mar 18 ott 2016 9:31 am

il battente lo puoi spostare a piacere....ma a mio avviso non serve perchè i fori sono equidistanti quindi non servirebbe a nulla ;)
però volendo puoi crearne uno che abbia lo stesso risultato con sistema diverso, l' importante è spinare e far combaciare i pezzi, poi si può studiare :D

il wolfcraft non riesco ad usarlo, ce l' ho ma non fa per me hihihihihihi avevo in mente una nuova dima ancora più precisa, unica cosa che sul battente andrebbe bene ma sul ricevente non saprei come fare, quindi mi sono fermato nella realizzazione, continuo a studiare per avere un buon risultato.

x quanti riguarda tavole più larghe, puoi sempre prevedere degli spessori che ti "alzano" la foratura, oppure ti fai delle dime con listello da 20 - 25 - 30 ecc ecc ;)

Avatar utente
mariobrossh
Moderator Maximo
Messaggi: 11768
Iscritto il: lun 17 ago 2009 9:11 am
Località: Cosenza

Re: Dima per spinare

Messaggioda mariobrossh » mar 18 ott 2016 10:41 am

quale la dima della wolfcraft hai ?

comunque ripeto è molto difficile se non impossibile forare a metà precisa sul dorso
del pezzo, per ovviare a ciò mi segno i due pezzi dove poggio la battuta della spinatrice,
(con la dima è la stessa cosa) in questo modo la distanza dal bordo dove verranno praticati
i fori sarà la stessa

Senza titolo.png
Senza titolo.png (26.39 KiB) Visto 2031 volte
Condividere un'idea è sempre una buona idea :)

plcet
Messaggi: 3640
Iscritto il: lun 16 mar 2009 11:51 pm

Re: Dima per spinare

Messaggioda plcet » mar 18 ott 2016 11:43 am

si si ma infatti io così mi comporto....lato esterno e lato esterno, sia per la dima che per la lamellatrice, altrimenti non ridanno i fori e tutto va a male :D

ho quella manuale che mi volevi regalare, a me l' avevano regalata ma la uso solo in caso di spinature su pezzi centrali o comunque pezzi da ripiallare ;)


Torna a “IO HO RISOLTO COSI'”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite