consigli sui sistemi di fissaggio su muri e soffitti

Hai avuto modo di risolvere un problema in modo originale o hai qualche "rimedio della nonna" (o perchè no "del nonno")? Scrivi un breve articolo (anche senza foto) per condividere il tuo consiglio con tutti.
iliono
Messaggi: 66
Iscritto il: lun 22 nov 2010 7:04 pm
Località: pisa

consigli sui sistemi di fissaggio su muri e soffitti

Messaggioda iliono » gio 25 nov 2010 12:39 pm

rispondo all'appello di ichnos che lamenteva il fatto che non cisono proposte ma solo appelli e provo ad iniziare un trasferimento della mia esperienza ormai ventennale nel fissaggio nel muro con i prodotti più diversi in commercio
la prima regola quando facciamo un foro è che dobbiamo cercare di sentire tramite il suono e le vibrazioni del trapano con che materiale e la consistenza della parete in cui stiamo forando ciò ci permetterà di scegliere successivamente il tassello e la vite adatta per il fissaggio
seconda regola non fate mai fori perpendicolari alla parete o al soffitto (soprattutto) la resistenza del tassello è notevolmente superiore se il foro è inclinato in senso opposto alla trazione dell'oggetto che noi vogliamo appendere
Utilizzate se possibile solo tassellatori e non trapani bettente la differenza è notevole nei trapani battente il movimento del battente è dato da due dischi dentati di cui uno fisso e l'altro mobile che ruotando danno il battente, invece nei tassellatori il battente è dato da un sistema pneumatico che ci permette di avere un effetto battente efficace anche a basse velocità e il foro verrà molto più preciso diminuendo molto il rischio di una rottura delle mattonelle al contrario per il trapano battente dovremo avere una velocità più alta con un notevole aumento delle vibrazioni che renderanno il foro non preciso e la difficoltà di sentire cosa c'è dentro il muro
vi assicuro che con il tassellatore potremmo sentire se nella parete ci sono tubi o corugati dell'impianto elettrico e se anche dovessimo trovare un tubo dell'acqua di quelli nuovi in plastica la differenza tra il forarlo completamente o solo un lato del tubo per la riparazione è notevole
termino qui per ora se vorrete potremo continuare
ciao
fare e disfare è tutto un lavorare

Avatar utente
Capitan Farloc
Site Admin
Messaggi: 6515
Iscritto il: gio 29 dic 2005 10:58 pm
Località: Roma

Messaggioda Capitan Farloc » gio 25 nov 2010 9:04 pm

I tuoi consigli sono moolto graditi ;)
Quella di mettere i tasselli inclinati non l'avevo mai sentita... effettivamente dovrebbe aumentarne la resistenza al carico.
Per l'utilizzo del "tassellatore" direi che le spiegazioni mi hanno più che convinto... una sola cosa non hai specificato... se ne trovano a costi che siano giustificabili per un uso hobbistico oppure sono solo a livello (e costo) professionale?
Grazie, e se c'è un seguito... io lo attenderò con impazienza.
Ciao

iliono
Messaggi: 66
Iscritto il: lun 22 nov 2010 7:04 pm
Località: pisa

Messaggioda iliono » sab 27 nov 2010 12:41 am

proseguo nella trasferimento
La mia idea a livello professionale o casalingo, è sempre stata di aspettare ma comprare utensili sia elettrici che manuali buoni.
Considerando che se acquisti un tassellatore a corrente buono, fai un acquisto praticamente (per per la quantità di volte che uno lo usa in casa) per sempre, senza contare che con un accessorio come il mandrino autoserrante, può diventare un trapano da usare anche con le punte a ferro e se uno vuole, avendo la regolazione di velocità e potenza, può sostituire l'avvitatore, nei casi in cui occorra una coppia di torsione, elevata che l'avvitatore normale non riesce a dare
Girando per il forum, mi sono imbattuto in un messaggio di uno, che diceva, che dovendo fare un foro in un soffitto e avendo trovato il cemento, a dovuto fare una traccia per forare dove non c'era il cemento, vi assicuro per esperienza personale che un tassellatore non solo fora il cemento quasi come forare il muro ma sarete contenti se travate nel muro la pietra, e se trova un tondino di acciaio nel trave, o nella colonna, può passare oltre e forare anche il tondino, a meno che non lo prenda in pieno, in quel caso al punta non c'è la fa a forare e dovremo spostare il foro
Passiamo ora ai tasselli, da usare dopo aver fatto il foro
Tipi di tasselli ne esistono una gamma infinita, proviamo a suddividerli in tre categorie generali
prima categoria tasselli da cemento o materiali duri e compatti(pietra ,mattone pieno,cemento,cemento armato,cemento precompresso)
in questo caso il tassello può essere del tipo s5 in nailon, della ditta del pesce il più economico e normale, altro elemento da prendere in considerazione, è la vite che di norma come dimensione deve entrare senza avvitarla nella parte iniziale del tassello, la lunghezza dipende dallo spessore dell'oggetto che noi vogliamo fissare alla parete, è bene verificare la lunghezza della vite prima di avvitarla nel tassello nel muro, per evitare che nel caso di lunghezza eccessiva, non possa bloccare il pezzo e nel caso di vite corta non arriverà ad allargare il tassello nella maniera ottimale e la tenuta sarà scarsa .
la prossima volta parleremo dei tasselli a nocciolo
fatemi sapere se avete dubbi
ciao
Ultima modifica di iliono il sab 27 nov 2010 1:14 am, modificato 1 volta in totale.
fare e disfare è tutto un lavorare

iliono
Messaggi: 66
Iscritto il: lun 22 nov 2010 7:04 pm
Località: pisa

Messaggioda iliono » sab 27 nov 2010 1:05 am

consiglio per chi usa un tassellatore le prime volte
Fate attenzione alla forza, che usate per premere il tassellatore contro la parete e alla velocità di rotazione della punta, perché se questi due parametri sono eccessivi, vi garantisco che la punta del trapano, se la parete è in forati (come la quasi totalità delle pareti interne),passera dalla parte opposta della parete, prima che voi ve ne rendiate conto, con conseguenze poco felici magari per il quadro della moglie appeso al muro
All'inizio vi consiglio di appoggiare il gomito, del braccio che tiene la parte anteriore del tassellatore, al muro al fine di avere un punto di appoggio per forare con precisione in profondità, o utilizzate la guida in dotazione al tassellatore e controllate sempre il lato opposto della parete, perché se il locale opposto è un bagno, fate attenzione alle cassette di scarico del wc incassate nel muro e ai tubi della doccia che da terra salgono in alto.
Il forato è fatto di tre pareti per i tasselli di 6 mm e di 8 mm basta forare la prima parete se il tassello è di 9 mm e oltre occorre forare anche la parete centrale solo nel caso che voi malauguratamente vogliate montare delle mensole come sicuramente piace alla vostra signora a scomparsa senza che si veda nulla del tassello che le sostiene dovrete fare un foro di 14mm nella parete che dovrà arrivare all'intonaco della parte opposta della parete se vorrete vi farò una spiegazione a parte
termino qui per ora
ciao
fare e disfare è tutto un lavorare

Avatar utente
ichnos
Messaggi: 2301
Iscritto il: dom 16 nov 2008 12:16 pm

Messaggioda ichnos » sab 27 nov 2010 9:13 am

ciao, ho letto con pikacere e condivido le tue affermazione sulla foratura e sul tassellatore, il tassello inclinato è un ottima soluzione per la tenuta e previene lo sfilamento casuale, aggiungerei anche che con il tassellatore la forza da imprimere rispetto al trapano e notevolmente inferiore. ciao
AJO' CHE CE LA FAI

Avatar utente
giovanni
Messaggi: 5749
Iscritto il: gio 30 ott 2008 12:03 am
Località: siena

Messaggioda giovanni » sab 27 nov 2010 8:11 pm

L'idea dei tasselli inclinati mi pare eccezionale.
Però io devo confessare che mi sono sempre preoccupato di tenere il trapano a squadra con il muro e, magari, cosi facendo rischiare di farlo inclinato dalla parte opposta.
Mentre, in effetti, se ci si pensa bene, è più facile tenere il trapano inclinato. sempre, da una certa parte... Difatti, caso mai, ci sarà il rischio di peccare di "eccesso di zelo" e fare il foro troppo inclinato, ma mai capiterà più di sbagliare e farlo inclinato dalla parte opposta. ;)

Però ora non facciamoci prendere troppo dall'entusiasmo... :D sarà anche il caso di analizzare/scoprire anche le eventuali controindicazioni.
Tanto per dirne una: già non è del tutto facile tenere il centro della tracciatura con il trapano diritto, figuriamoci tenendolo inclinato... :D

iliono
Messaggi: 66
Iscritto il: lun 22 nov 2010 7:04 pm
Località: pisa

Messaggioda iliono » sab 27 nov 2010 8:27 pm

usa un tassellatore e una buona punta ad una velocità bassa e vedrai che sarà facile
Ai ragione do per scontato cose che scontate non sono l'inclinazione del tassellatore non deve essere all'inizio del foro soprattutto sulle mattonelle ma dovremo inclinare il tassellatore dopo che la punta avrà fatto nella mattonella una sede che non gli permetta di scivolare, in conclusione si inizia a forare (nelle mattonelle) perpendicolari e solo dopo provvederemo ad inclinare il tassellatore
provare per credere
ciao
fare e disfare è tutto un lavorare

Avatar utente
1099
Messaggi: 350
Iscritto il: mer 26 gen 2011 3:54 pm

Messaggioda 1099 » mar 01 feb 2011 8:30 am

Carissimo, ho letto tutto fino alla fine, sperando di trovare (da un esperto del fissaggio quale sei tu), la soluzione di un problema che mi ha sempre afflitto. Il problema è il corretto uso e tipologia di tasselli per soffitto in cartongesso.
Ogni volta che debbo fissare qualcosa al cartongesso, non posso stimare quanto tempo ci impiegherò, perché non conosco né la tipologia corretta, né la metodologia di installazione corretta dei tasselli.
Certo, alla fine ci riesco, ma si può dire che ogni vite ha una sua storia.
Il problema è che i tasselli, pure di tipo "da cartongesso" e cioè deformabili, cioè che si aprono come un'arpetta, per intenderci, non fanno attrito con i lembi del foro, e girando la vite, anziché lavorare ed iniziare a deformarsi, roteano nel cartongesso, e allora addio.
Via il tassello, richiudo il buco (che nel frattempo è diventato uno sguaro), richiudo con un motto di gesso nel quale annego un tassellino da 5. Asppetto che il gesso si secchi e poi installo.
Oppure, se la situazione lo consente, metto una sorta di dado di compensato sottile nel quale far mordere la vite, sperando naturalmente che non rotei anche il compensato...
Ma se lo facessi di mestiere dovrei chiedere 20 euro per ogni vite!
Chi mi può aiutare? Grazie
1099

iliono
Messaggi: 66
Iscritto il: lun 22 nov 2010 7:04 pm
Località: pisa

Messaggioda iliono » mar 01 feb 2011 8:58 pm

rispondo volentieri alla tua domanda
nei negozi che vendono cartongesso vendono dei tasselli che sono autoperforanti e la grossa filettatura in plastica di cui sono provvisti consentono di poter inserire al loro interno la vite che ti serve per fissare l'oggetto alla parete
se invece vuoi usare un tassello normale ti consiglio il pesce fu 6/45
il consiglio che posso darti è di fare il foro con una punta a ferro di dimensione più piccola 5,5 mm e di usare una vite che entri nel tassello senza forzare nella parte anteriore ma solo nella parte posteriore del tassello altro consiglio prova ad ungere con del sapone liquido la vite per diminuire l'attrito della vite sul tassello responsabile della rotazione del tassello stesso
spero di esserti stato utile
ciao
fare e disfare è tutto un lavorare

Avatar utente
1099
Messaggi: 350
Iscritto il: mer 26 gen 2011 3:54 pm

Messaggioda 1099 » mer 02 feb 2011 8:25 am

Grazie mille per il sollecito interessamento.
Oggi proverò a chiedere da un fornitore edile (nella mia città non ci sono negozi di cartongesso ma solo generici fornitori di materiale edile) i tasselli autoperforanti.
Potresti per favore indicarmi meglio che tassello è "pesce fu 6/45" che non ho trovato sulla rete? Grazie ancora.
1099

Avatar utente
ichnos
Messaggi: 2301
Iscritto il: dom 16 nov 2008 12:16 pm

Messaggioda ichnos » mer 02 feb 2011 11:40 am

ciao forse intendeva "scherzosamente" dei fischer 6/45 cioè 6mm diametro 45 mm lunghezza
http://www.venneri.it/index.php?page=sh ... &Itemid=64
AJO' CHE CE LA FAI

Avatar utente
1099
Messaggi: 350
Iscritto il: mer 26 gen 2011 3:54 pm

Messaggioda 1099 » gio 03 feb 2011 8:04 am

Grazie, in effetti penso il tassello che sia quello.
Che però mi getta nella costernazione: è proprio il tipo che mi vendono tutte le volte e che non mi funziona mai.
Evidentemente non lo so usare.
A questo punto, scusatemi, ma poiché è evidente che sono io che sbaglio qualcosa, vi descrivo nel dettaglio cosa succede, e perdonate la minuziosità dei singoli passaggi: devo capire perché a voi funziona e a me no.
Faccio il buco con un trapano nel soffitto di cartongesso. Il buco è ovviamente tondo. Ho l'accorteza di fare il buco più piccolo del diametro del tassello.
Inserisco fino in fondo a forza il tassello nel buco (per "fino in fondo" intendo fino alla flangetta di arresto, diciamo a raso).
Metto l'oggetto da fissare e tento di avvitare la vitina apposita.
Sento mordere la vitina nella testa del tassello. Diventa subito dura. Invece di avvitarsi nella testa del tassello, e iniziare la deformazione delle barrette che dovrebbero all'incirca aprirsi come le stecche di un ombrello, il momento torcente esercitato dal cacciavite si trasmette alla testa del tassello, che quindi incomincia a deformare le astine, ma non secondo il cinematismo sopra descritto, ma con una torsione.
Inoltre il tutto risponde elasticamente (cioè quando mollo il cacciavite , la vite mi torna un po' indietro, fenomeno che già mi fa innervosire), e insistendo sempre di più tutto il tassello inizia a girare nel buco praticato nel cartongesso, e a nulla valgono le alette radiali.
A dire la verità, un metodo che avevo messo a punto (relativamente), oltre a quelli descritti in un intervento precedente, è quello di preparate i tasselli filettandoli con la vite prima di installarli, cioè tenendoli con una pinza per la testa e avvitando la vite, in modo che la coppia torcente che andrò poi ad esercitare si trasformi in forza lineare e generi la deformazione programmata. Ma, a parte la lentezza del procedimento, non ho il risultato garantito.
Vi prego, se riuscite, spiegatemi dove sbaglio.
Grazie
1099

Avatar utente
giovanni
Messaggi: 5749
Iscritto il: gio 30 ott 2008 12:03 am
Località: siena

Messaggioda giovanni » gio 03 feb 2011 8:31 am

http://www.fischeritalia.it/portal/page ... ema=PORTAL


Sono curioso anch'io di capire il perché del fenomeno da te descritto...
Che sia un fatto di vite non idonea? Difatti dovrebbe mordere solo in fondo.!?? Mentre tu hai detto che ti forza già all'inizio... :roll:

Avatar utente
giovanni
Messaggi: 5749
Iscritto il: gio 30 ott 2008 12:03 am
Località: siena

Messaggioda giovanni » gio 03 feb 2011 8:42 am

Poi siamo sicuri che il tassello che adoperi sia quello specifico per cartongesso?
Googlando avrei trovato anche questo:

http://www.ferramentaonline.com/shop/ad ... 01200.html

plcet
Messaggi: 3670
Iscritto il: lun 16 mar 2009 11:51 pm

Messaggioda plcet » gio 03 feb 2011 9:35 am

scusate una cosa, o forse la mia "incapacità" :) ma se al foro trasversale, andiamo ad avvitare il gancetto oppure l' occhiello, per avvitare il tutto fino in fondo, non andiamo a graffiare il muro????


Torna a “IO HO RISOLTO COSI'”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti