filtro rubinetto

Se avete un problema di idraulica questo è il posto giusto per cercare una soluzione

Moderatore: dalmos

Avatar utente
giovanni
Messaggi: 5697
Iscritto il: gio 30 ott 2008 12:03 am
Località: siena

Re: filtro rubinetto

Messaggioda giovanni » mer 15 mag 2019 3:16 pm

Ora la cosa è più chiara. Si vede bene che l'areatore è tutto storto e questo non può essere dovuto solo ad un difetto di montaggio, ma, se non erro, li c'è stato un errore durante la lavorazione meccanica di questo braccio girevole: si può ipotizzare che durante la lavorazione, il braccio (per un difetto di bloccaggio) durante l'operazione di lamatura e filettatura interna si sia sollevato, e di conseguenza lamatura e filettatura sono risultate più profonde e inclinate da una parte. E la foto lo mostra bene:
Immagine
il braccio si è sollevato dalla parte davanti, visto che è da quella parte che l'areatore è più incassato. Mentre, viceversa, è rimasto diritto sul suo asse di rotazione.
La domanda è come sia possibile che tale errore sia sfuggito sia all'operatore sia al controllo di qualità. Per l'operatore la risposta è scontata: di questi rubinetti in Cina ne fanno a migliaia al giorno e sicuramente il processo produttivo è tutto automatizzato e quindi nessuno nel momento della produzione se ne poteva accorgere. Che poi il pezzo difettoso sia anche passato indenne dal controllo di qualità, si spiega anch'esso facilmente dal fatto che i controlli li fanno a campione e che magari ne controllano 1 su cento, a dir tanto.
Comunque sia, mi pare che il problema poteva essere risolto facilmente riportando il rubinetto subito indietro... o comunque entro il tempo utile della garanzia.
Ritornando a come smontare l'areatore, è evidente che anche con il pappagallo stringendolo sui due lati visibili ci sta che non ci si faccia a svitarlo.
Primo perché più si stringe e più il pezzo si ovalizza, andando a ovalizzare pure la filettatura e di conseguenza aumentare l'attrito fra maschio e femmina. Poi, visto che anche in fabbrica avranno avuto problemi nel bloccaggio, non è da escludere del tutto che il bloccaggio l'abbiano fatto con del bloccante anaerobico... e se fosse così c'è da dubitare che si possa svitare anche levando la retina e stringendo il pappagallo fra l'interno e l'esterno.
Se davvero le cose dovessero mettersi così male, mi pare che la cosa più sensata sia quella di sostituire tutto il braccio. A quel punto, guardando quello nuovo, ci potremo levare la soddisfazione di vedere se l'ipotesi del difetto di fabbrica è azzeccata oppure no. :roll:
Ah, nel caso che il pezzo di ricambio non si trovi, ci rimane l'ultima spiaggia: scaldare fino a sopra i 100° tutta la testa della canna e, se davvero ci hanno messo la loctite, a quella temperatura il bloccante vetrifica, si sbriciola e quindi l'operazione di svitatura dovrebbe essere possibile.
Comunque aspettiamo a fasciarsi il capo... magari usando il pappagallo come già detto, può essere che l'areatore venga pure bene. :)
L'ignoranza genera fiducia più spesso della conoscenza. (Charles Darwin)

Avatar utente
Capitan Farloc
Site Admin
Messaggi: 6488
Iscritto il: gio 29 dic 2005 10:58 pm
Località: Roma

Re: filtro rubinetto

Messaggioda Capitan Farloc » gio 16 mag 2019 8:03 am

Con il pappagallo ed un po' di pazienza secondo me si riesce ad afferrare anche dalla parte laterale del rompigetto che rimane scoperta.
Luciano

Fhisherman
Messaggi: 690
Iscritto il: mar 16 giu 2009 7:21 pm
Località: Roma

Re: filtro rubinetto

Messaggioda Fhisherman » gio 16 mag 2019 7:20 pm

Il problema non e' tanto come smontarlo: alle brutte lo rompi e estrai il corpo del rompigetto con una pinza poligrip come ti hanno suggerito; il problema si ripropone per un montaggio corretto del rompigetto nuovo. Lo rimonti usando le pinze e rischiando di graffiarne subito la cromatura o , peggio ancora, ovalizzandolo? Non è che c'è una chiave specifica per quel modello che l'idraulico si è dimenticato di lasciarti al momento dell'installazione? In alternativa, se il problema è il calcare, fai calzare sul braccetto una bustina in plastica di quelle utilizzate per surgelare riempita di anticalcare liquido e tenuta chiusa con un elastico. Alza la bustina e fai lavorare l'anticalcare fino allo scioglimento delle incrostazioni. Con un buon prodotto basterà una mezz'oretta di pazienza...
Proviamoci,piu' che rompersi non può!!!

Avatar utente
giovanni
Messaggi: 5697
Iscritto il: gio 30 ott 2008 12:03 am
Località: siena

Re: filtro rubinetto

Messaggioda giovanni » ven 17 mag 2019 12:34 am

Per il nuovo rompigetto ecco tre possibilità e tutte hanno il pregio della facilità di montaggio e smontaggio:
https://postimg.cc/gallery/gkg5gybe/
Il primo è ad incasso e ha la chiave apposita, il secondo ha i due spiani però è prolungato e quindi ci si entra bene con la chiave di 22 e l'ultimo, che è quello che uso anche io, è snodato e per il fissaggio ha una sede esagonale interna per l'inserimento di una semplice chiave a brugola (di 7 mi pare).
A questo punto c'è solo l'imbarazzo delle scelta; naturalmente io consiglio caldamente quello snodato... perché, oltre alla facilità di montaggio, avere la possibilità di orientare a piacere il getto è una comodità impagabile. Anzi nel mio caso, tanto per dire, di snodi ne ho messi due accoppiati, per poter aumentare l'inclinazione massima del getto. :)
L'ignoranza genera fiducia più spesso della conoscenza. (Charles Darwin)


Torna a “IDRAULICA”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite