Logo ilsitodelfaidate.it

Il nostro "amico di forum" Johno aveva un sottoscala da "arredare", visto che uno spazio di quel tipo finisce sempre per riempirsi di oggetti posti lì alla rinfusa sfruttando poco e male lo spazio a disposizione e lasciando comunque un impressione di disordine.
Seguendo la strada di arredare acquistando dei mobili già pronti però, si è trovato davanti alcuni problemi:
1) I mobili standard, hanno una profondità di 600 mm, mentre il sottoscala era profondo 870mm.
2) Un mobile avrebbe potuto riempire lo spazio solo in parte visto che la forma rettangolare male si adatta ad uno spazio come questo

Spazio del sottoscala dove realizzare il mobile

L'idea per la realizzazione faidate del mobile sottoscala

A questo punto l'unica soluzione valida ed non eccessivamente dispendiosa poteva essere soltanto il "FaiDaTe".
Partendo da un idea, navigando in internet e modificando delle soluzioni già realizzate Johno ha creato un mobile sottoscala a scorrimento e, per nostra fortuna, ha documentato con foto le varie fasi della lavorazione.
L'idea quindi è stata quella di realizzare tre cassetti scorrevoli di forma e dimensioni diverse, che si adattassero alla conformazione dello spazio del sottoscala.
Come prima cosa ha cominciato costruendo tre telai che andassero a suddividere lo spazio in tre parti di uguale larghezza e che potessero fungere da guide per lo scorrimento dei cassetti.

Costruire tre cassetti per il mobile sottoscala

Costruzione dei telai per dividere lo spazio

Per la costruzione dei telai, sono state utilizzate delle aste di legno rifinito liscio di sezione 45x55 che, girando per vari brico, ha trovato a prezzi che variavano tra i 5,2 e gli 8,5 euro per ogni barra da 2 m, quindi dovendone comprare diverse girare un po' per trovare il prezzo migliore può far risparmiare più di qualche euro.
I telai sono costruiti di larghezza leggermente inferiore a quella delle scale in modo da lasciare quei 2 o 3 cm necessari a fare da battuta agli sportelli e lasciando però che questi entrino ad incasso rimanendo poi a filo del bordo delle scale.
Per fissare i tre telai sono stati utilizzati i seguenti accorgimenti:
- Un'asta di legno (sempre lo stesso utilizzato per la costruzione dei telai) attaccata con dei tasselli sul bordo delle scale (anche questo incassato di 2 o 3 cm) per il fissaggio anteriore superiore.
- Due tasselli a muro (uno sopra ed uno sotto) per il fissaggio posteriore avendo l'accortezza di interporre tra i telai ed il muro dei distanziali dello spessore del battiscopa in modo da mantenere la giusta distanza dal muro.
- A questo punto i telai si dovrebbero reggere già abbastanza bene, se si vuole evitare che la parte inferiore rimasta libera possa oscillare, una goccia di silicone dovrebbe esere sufficiente a tenerla al suo posto.

Telai che dividono lo spazio a disposizione in tre

Costruzione dei moduli "cassetto" scorrevoli

La prima cosa da fare per la costruzione dei moduli scorrevoli, è quella di costruire i tre basamenti con le rotelle.
Le dimensioni dovranno sempre tenere conto dello spessore dello sportello che andrà a battuta con i telai, quindi una volta posizionati nel loro spazio, dovranno essere a filo dei telai, magari laciando dietro un cm di scarto giusto per non essere troppo al limite con le misure.

Costruzione dei moduli cassetto scorrevoli

Per lo "scorrimento", sono state utilizzate delle rotelle acquistate al brico. Anche qui facendo un giro tra vari negozi, il prezzo variava tra i 2 ed i 3 euro l'una, calcolando che ne servono quattro per ognuno dei tre cassetti, sono 12 rotelle... la differenza di costi si nota...

Rotelle impiegate per lo scorrimento dei moduli cassetto

Per l'assemblaggio di tutte le giunzioni (non solo per la costruzione dei telai quindi) è stata utilizzata la cosiddetta "spinatura", l'utilizzo cioè di piccoli cilindri di legno, dette "spine", che si vanno ad incastrare dentro apposite sedi fatte con il trapano.
Per far coincidere i fori fatti sulle due parti da assemblare si utilizzano delle apposite guide in grado di riportare la posizione del foro fatto sul primo pezzo, anche sull'altro pezzo in modo da farli combaciare.
Ovviamente, oltre alle spine di legno, si dovrà utilizzare qualcosa per fissare le giunzioni come la colla e/o le viti. Se non si prevede che la struttura debba venire smontata, è conveniente utilizzare entrambi, altrimenti si possono mettere solo le viti.
Come colla andrà benissimo la vinilica.

Assemblaggio dei moduli cassetto scorrevoli

Per quanto riguarda le viti, potranno essere utilizzate sia le viti da legno classiche, con la parte filettata conica, che quelle comunemente chiamate "autofilettanti" con il corpo cilindrico. Entrambi si trovano zincate o ottonate, le seconde costano leggermente di più ma personalmente le preferisco.
E' preferibile prima di mettere le viti, fare dei fori "guida" (o più correttamentr chiamati "di invito") profondi quanto l'intera vite con una punta da trapano di diametro inferiore a quello della vite stessa, il diametro dovrebbe essere uguale o leggermente inferiore a quello del "nocciolo" della vite, cioè della parte interna alla filettatura.
Senza questi fori l'introduzione della vite, oltre ad essere più difficoltosa, causerebbe un allargamento delle fibre del legno che potrebbe portare ad avere delle spaccature.
La scelta di viti con il taglio "a croce" facilita poi l'utilizzo degli avvitatori elettrici, e passare la filettatura su una saponetta precedentemente ammorbidita con dell'acqua, farà sì che l'avvitatura sia meno faticosa.

Assemblaggio della struttura del modulo cassetto

Una volta costruite le basi rettangolari su cui vengono applicate le rotelle, se ne costruiranno altrettante identiche per fare i piani superiori.
Con delle aste tagliate alla giusta misura, si costruiranno delle strutture a forma di parallelepipedo che costituiranno lo scheletro dei cassetti scorrevoli.

Posa in opera dei moduli cassetto scorrevoli all'interno della struttura

Aggiunta di ripiani e bastone appendiabiti

Dei ripiani posti superiormente ai cassetti offrono un ulteriore piano di appoggio e consentono lo sfruttamento anche dello spazio sopra ai cassetti.
Nel cassetto più alto è stato messo un bastone trasversale per consentire l'utilizzo come armadio e poter riporre stampelle con giacche, giacconi e vestiti.

Inserimento ripiani e appendiabiti nel mobile sottoscala

Costruzione dei pannelli frontali

I pannelli frontali sono stati ricavati da sportelli di truciolare laccato di mobili da cucina appositamente acquistati da Ikea.
Un bordino cromato è stato utilizzato invece per coprire la superficie della parte segata e come rinforzo visto che la parte superiore dello sportello è quella più soggetta ad essere urtata.

I pannelli frontali del mobile sottoscala

L'interno dei cassetti può essere costruito come uno meglio crede, con ripiani o ulteriori cassettiere oppure anche, come nel caso del cassetto mostrato in foto,con un bastone appendiabiti.
In quest'ultima ipotesi, una asta di legno posta lateralmente, eviterà alle maniche dei vestiti di uscire dal perimetro ed andarsi ad incastrare in fase di apertura e chiusura dei cassetti.

Rifinitura dei pannelli

Ed ecco quì mostrato il piccolo miracolo che è riuscito ad ottenere Johno alla fine del suo lavoro...

mobile sottoscala di Johno alla fine della realizzazione
Chi volesse leggere il post originale sul forum e lasciare qualche commento, può farlo a questo link:

http://www.ilsitodelfaidate.it/FDTForum/viewtopic.php?t=7278

 

Attenzione!

I lavori ed i consigli descritti in questo sito, sono dati da persone che svolgono attività a livello hobbistico e non professionale, quindi senza alcuna garanzia che siano corretti e che siano la migliore soluzione da applicare.
Inoltre l’utilizzo delle attrezzature e delle tecniche esposte su questo portale deve essere fatto valutando attentamente le proprie capacità.
Nell'esposizione fatta all'interno degli articoli si parte sempre dal presupposto che le attività vengano svolte da persone che abbiano le conoscenze e le capacità necessarie per l'utilizzo in sicurezza degli attrezzi necessari per non mettere a rischio l'incolumità delle persone e delle cose.
Pertanto chi gestisce questo portale non è da considerarsi in alcun caso responsabile dei danni cagionati, direttamente o indirettamente, dalla messa in pratica degli articoli in esso riportati.
Prima di effettuare qualsiasi attività "FaiDaTe" è comunque consigliabile leggere le Note di Sicurezza che contengono un elenco minimo e non esaustivo di misure da adottare per la sicurezza.

Copyright

La ripubblicazione degli articoli è vietata, è invece consentita la pubblicazione di brevi estratti degli articoli o delle foto a patto che al termine venga chiaramente indicata la fonte, inserendo un collegamento ipertestuale che rinvii alla pagina da cui il contenuto è stato estratto.

L'icona del sito ilsitodelfaidate.it è stata scaricata dal sito 123rf.com. © captainvector, 123RF Free Images

Privacy Policy

Cookie Policy